D
O
N
A O
R
A

I progetti in Romania

Cernavoda

Qui sorge la struttura originaria di Save the Dogs (2002) che comprende una piccola clinica veterinaria e un canile sanitari.

Medgidia

Qui nel 2005 abbiamo aperto un piccolo centro veterinario con annesso un canile e un gattile, chiusi a febbraio 2017 per mancanza di fondi e di sostegno da parte del comune.

Footprints of joy

Il fiore all’occhiello di Save the Dogs, che ha visto la luce nel 2008 con le prime stalle realizzate per gli asini, a cui si sono aggiunte quelle per i cavalli e il rifugio modello per 350 cani inaugurato nel 2012.

Clinica mobile

L’unità mobile di Save the Dogs è attiva 6 mesi all’anno nelle zone rurali intorno a Cernavoda e Medgidia. Non si limita a sterilizzare e microchippare gli animali di proprietà ma cerca anche di migliorare le loro condizioni di vita.

Il gattile

Save the Dogs accoglie quei gatti che non possono essere rilasciati nelle colonie o che vengono abbandonati dai cittadini.
Il gattile Footprints of Joy è un piccolo paradiso per felini in attesa dell’adozione.

Progetto equini

Sono ancora molto numerosi i cavalli e gli asini impiegati come animali da lavoro in Romania. Per accogliere gli equini maltrattati o abbandonati Save the Dogs ha creato due rifugi, oltre ad aver attivato un progetto di assistenza domiciliare gratuita.

It's donkey time

E’ il programma di onoterapia (pet-therapy con asinelli) ideato da Save the Dogs e introdotto per la prima volta a Bucarest nel 2012.
E’ destinato a bambini disabili, orfani e non.

Friends for life

Dal 2013 lavoriamo nelle scuole elementari per insegnare ai bambini a rispettare gli animali e a diventare padroni responsabili dei propri cani e gatti.