noscript

Notice: Undefined variable: petition in /srv/www/www-savethedogs-eu/webroot/wp-content/plugins/speakout/includes/class.petition.php on line 837

Notice: Trying to get property 'requires_confirmation' of non-object in /srv/www/www-savethedogs-eu/webroot/wp-content/plugins/speakout/includes/class.petition.php on line 837

Notice: Undefined property: dk_speakout_Petition::$custom_field6_required in /srv/www/www-savethedogs-eu/webroot/wp-content/plugins/speakout/includes/emailpetition.php on line 196

Notice: Undefined property: dk_speakout_Petition::$custom_field7_required in /srv/www/www-savethedogs-eu/webroot/wp-content/plugins/speakout/includes/emailpetition.php on line 202

SONO SCAPPATI INSIEME,
LE COMPAGNIE AEREE VOGLIONO SEPARARLI!

 

CHIEDI LA MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI IMBARCO
PER CHI SCAPPA DALLA GUERRA

SOTTOSCRIVI L’APPELLO

Le condizioni di imbarco per chi scappa dalla guerra devono cambiare subito

Chiediamo alle compagnie Low Cost i cui aerei partono dalla Romania di modificare le proprie condizioni di trasporto e di imbarco, in modo che gli animali in arrivo dall'Ucraina possano essere imbarcati con i loro proprietari in cabina, avendo come unico criterio la sicurezza delle persone e degli animali durante il volo e non la consueta politica della compagnia.

Gli animali devono restare con i propri padroni.

La guerra in Ucraina ci mette tutti di fronte a una realtà inaspettata, alla quale dobbiamo adattarci in modo rapido e appropriato: centinaia di profughi arrivano negli aeroporti della Romania con i loro animali domestici, cani e gatti, dove apprendono che non possono essere portati a destinazione, a causa delle normali condizioni di trasporto degli animali in tempi normali, o la compagnia aerea non consente il trasporto di animali, oppure le condizioni di trasporto obbligatorie non possono essere pienamente soddisfatte dai passeggeri divenuti rifugiati inaspettatamente e involontariamente. Siamo già a conoscenza dell'abbandono di animali in aeroporto o fuori di esso. L'abbandono degli animali comporta traumi aggiuntivi per i rifugiati, così come traumi per gli animali abbandonati i quali sono posti in situazioni sconosciute alle quali non possono adattarsi o è difficile farlo.

Gli animali hanno accompagnato i loro padroni per chilometri, nel cuore della guerra, e non li hanno abbandonati. Il fatto che siano costretti ad abbandonarsi a vicenda in aeroporto annulla e disonora gli sforzi di tutti, delle persone in fuga che non hanno voluto lasciarli sotto le bombe e dei volontari e associazioni che stanno fornendo loro beni e informazioni per continuare il viaggio insieme.

Con la speranza che ascolterete la nostra richiesta senza indugio, vi chiediamo di unirvi a noi nella risoluzione di questa situazione delicata e complessa.

Uniamo le forze, siamo in grado di fornire supporto come:

  • Punti informativi negli aeroporti, per passeggeri e personale aeroportuale;
  • Punti di assistenza veterinaria negli aeroporti, anche per la preparazione dei documenti di viaggio obbligatori per gli animali;
  • Distribuzione di trasportini per stiva e cabina.

Rimaniamo insieme per i rifugiati dell’Ucraina.

%%la tua firma%%



Ho scelto di aderire a questa iniziativa di Animal Life, Sibiu, TAC.social – Medicină veterinară socială, Cluj, Save the Dogs and Other Animals, România, Nuca Animal Welfare, Cluj, Red Panda, București, Biroul de Protecție a Animalelor, Consiliul Județean Ilfov, Casa lui Patrocle, Suceava, Help Animals from Onesti, Bacău.

Condividi con i tuoi amici:

   

LE CONDIZIONI DI IMBARCO PER CHI SCAPPA DALLA GUERRA DEVONO CAMBIARE

Le compagnie aeree Low Cost stanno impedendo alle persone che fuggono dalla guerra di volare con i propri animali, costringendole di fatto ad abbandonarli.

Sono scappati insieme, devono rimanere insieme!

 

CHIEDI A RYANAIR, EASYJET E WIZZAIR DI CAMBIARE LE CONDIZIONI DI TRASPORTO SUBITO!

  SOTTOSCRIVI L’ APPELLO! 

COSTRETTA A LASCIARE IL PROPRIO GATTO IN AEROPORTO – LA STORIA DI LIDYIA

Lidyia è arrivata all’aeroporto di Bucarest, dopo un lungo viaggio dall’Ucraina. È scappata dalla guerra insieme a Marisya, la sua gatta di 14 anni.

Purtroppo, la compagnia Low Cost non le ha permesso di salire sull’aereo insieme alla sua gatta. Lidyia non si è però arresa all’idea di abbandonarla e ha chiesto informazioni al punto di accoglienza per i rifugiati in aeroporto, dove le hanno detto che Save the Dogs l’avrebbe aiutata.

Mentre Lidyia è salita sull’aereo diretto in Germania, il nostro team ha portato Marisya al rifugio di Cernavoda dove ci stiamo prendendo cura di lei in attesa di essere finalmente ricongiunta con la sua padrona. Marisya sarà infatti portata in Germania dal nostro staff in coincidenza della partenza di alcuni dei nostri ospiti destinati all’adozione.

Senza l’aiuto di Save the Dogs, Lidyia non avrebbe avuto altra scelta se non quella di separarsi per sempre dalla sua gatta. Sappiamo che tante persone si stanno purtroppo ritrovando nella stessa situazione.

Tutto questo non è accettabile, aiutaci a tenere unite le famiglie!

 

  CHIEDI ANCHE TU DI CAMBIARE LE CONDIZIONI DI IMBARCO SUBITO 

IL LORO VIAGGIO DEVE CONTINUARE INSIEME

Immagina la sofferenza di chi scopre di non poter portare il proprio cane o gatto con sé, dopo essere scappati insieme dalle bombe.

Sottoscrivi il nostro appello e fai sentire anche la tua voce per chiedere a Ryanair, Wizzair e Easyjet di rivedere le norme di imbarco per chi fugge dalla guerra con il proprio animale.

 

  SONO SCAPPATI INSIEME, DEVONO RIMANERE INSIEME, FIRMA SUBITO! 

L’APPELLO INTERNAZIONALE ALLE COMPAGNIE AEREE LOW COST

Il 12 marzo Save the Dogs insieme a 7 organizzazioni romene ha lanciato un appello internazionale alle compagnie aeree Low Cost per chiedere di modificare le condizioni di trasporto e di imbarco, in modo che gli animali in arrivo dall’Ucraina possano essere imbarcati con i loro proprietari in cabina, avendo come unico criterio la sicurezza delle persone e degli animali durante il volo e non la consueta politica della compagnia.

A seguito del lancio dell’appello a livello internazionale, Save the Dogs ha deciso di chiedere aiuto alle persone in Italia per fare ulteriore pressione e chiedere la modifica delle condizioni di imbarco a Ryanair, Wizzair e Easyjet.

Sono scappati insieme, devono continuare insieme!

  SOTTOSCRIVI ANCHE TU LA LETTERA 

 

ASSOCIAZIONI FIRMATARIE

Animal Life, Sibiu, Ana-Maria Benedek-Sîrbu, Vicepresidente
TAC.social – Medicină veterinară socială, Cluj, Anca Georgescu, Direttore esecutivo
Save the Dogs and Other Animals, România, Italia, Sara Turetta, Presidente
Nuca Animal Welfare, Cluj, Alina Banu, Direttore esecutivo
Red Panda, București, Raluca Simion, Fondatore
Biroul de Protecție a Animalelor, Consiliul Județean Ilfov, Hilde Tudora, Direttore
Casa lui Patrocle, Suceava, Roxana Ciornei, Presidente
Help Animals from Onesti, Bacău, dr. Lidia Zahiu, Presidente