noscript
D
O
N
A O
R
A

Footprints of Joy

Un'estate di emergenze

Romania

Questa è l’estate di un anno molto particolare, in cui continuare il nostro impegno è stato difficile. Eppure non ci siamo fermati, così come non ci fermeremo nelle prossime settimane, forti di tutto il sostegno e l’amicizia che tanti sostenitori ci dimostrano.

Vogliamo quindi raccontare tre storie in cui abbiamo fatto la differenza, perché siano di buon auspicio per le attività che continueremo a portare avanti e per tutti i progetti futuri che realizzeremo grazie ai nostri sostenitori!

Morgana è la protagonista di una storia che tocca il cuore. E’ una gattina di appena 2 mesi, arrivata nella nostra clinica Footprints of Joy in condizioni gravissime.

Era stata abbandonata e l’influenza felina le aveva letteralmente divorato gli occhi. Per fortuna abbiamo potuto sottoporla ad una terapia per curare l’infezione e ce la farà.

I gatti ciechi hanno comunque la possibilità di avere una buona qualità di vita, se vivono in casa con qualche precauzione e soprattutto circondati dall’amore di una famiglia.

Senza il nostro intervento Morgana sarebbe morta tra terribili sofferenze per strada.


Mirella è una cavalla di 29 anni che ha rischiato di finire al macello perché essendo affetta da artrite non era più in grado di lavorare.
La sua vita sfortunata sarebbe finita così, dopo anni a trascinare carretti e a trasportare legna e prodotti agricoli.

Il suo ultimo proprietario però ha avuto compassione di lei e il suo destino è cambiato.

La nostra clinica è molto conosciuta nei villaggi rurali di quella zona perché da anni portiamo avanti campagne di assistenza domiciliare gratuita, per migliorare il benessere degli animali da lavoro ed educare i proprietari. Così il contadino ci ha contattato e l’abbiamo portata a Footprints of Joy. E’ stata messa in isolamento, dove le sono stati somministrati antidolorifici e ovviamente fieno in abbondanza! I nostri operatori ci raccontano che quando dopo le prime cure l’hanno lasciata nella sua stalla, li ha salutati con un nitrito commovente, quasi ringraziandoli.

Purtroppo abbiamo potuto donare a Mirella solo pochi giorni di serenità, perchè ad una settimana dal suo arrivo la cavalla ci ha lasciato.


Sheila è la protagonista di una storia piena di speranza.
La cagnolina è stata adottata da una famiglia che vive in condizioni di estremo disagio a Licola (una frazione di Giugliano, in provincia di Caserta), prendendosi cura tra l’altro di un figlio affetto da autismo.  Nonostante le difficoltà, la famiglia vuole bene a Sheila e agli altri 2 cani che ha accolto nella propria casa, pur nell’impossibilità di prendersi cura di loro in modo adeguato.

I proprietari di Sheila hanno accettato di buon grado la sterilizzazione e iscrizione in anagrafe offerta dagli operatori di Save the Dogs. Persone come queste non hanno nessuna possibilità di sostenere tali spese veterinarie, ma non vogliono rinunciare alla compagnia dei cani: per questo è fondamentale il programma Non Uno Di Troppo, che offre sterilizzazioni e microchip gratuito a proprietari in difficoltà economica, oltre che ai randagi della zona Licola/Lago Patria/Castelvolturno. Le richieste di sterilizzazione nella zona interessata dal progetto stanno andando benissimo e, parallelamente, la nostra Antonella va a scovare situazioni “limite” nelle zone rurali, intercettando cani da aiutare come Sheila. Le attività di pronto soccorso e di sterilizzazione proseguiranno tutta l’estate.