fbpx

Amici di strada, Compagni di vita

Con l’aumento della povertà, il fenomeno dei senzatetto che condividono la propria vita con uno o più quattrozampe è cresciuto in modo esponenziale in tutte le grandi città italiane ed europee.

Non si tratta di persone che sfruttano gli animali per stimolare la generosità dei passanti ma di chi – per i motivi più svariati – ha perso il lavoro e la rete delle relazioni famigliari e si rifugia nell’unico rapporto stabile della propria vita: quello con il proprio cane.

Il contesto

Primo progetto in Italia Amici di Strada

Primo progetto in Italia

Monitoraggio e assistenza destinato agli animali di chi vive in strada, strutturato e continuativo.

Persone e animali al centro Amici di Strada

Persone e animali al centro

Una rete di solidarietà con le istituzioni e le associazioni umanitarie.

Consulenza di professionisti Amici di Strada

Consulenza di professionisti

StreetVet UK, l’associazione di veterniari inglesi che opera da alcuni anni in Gran Bretagna, ha condiviso con noi le buone pratiche.

Il nostro intervento

 

Gli operatori di Save the Dogs hanno il compito di monitorare i punti nevralgici della città per intercettare i bisogni dei senzatetto che vivono in strada con il loro amico a quattro zampe e creare un rapporto di fiducia.

 

Hanno sempre a disposizione i kit per i cani delle persone senza fissa dimora, contenenti beni di prima necessità come il cappottino in inverno e gli antiparassitari in estate, oltre a ciotola, guinzaglio, cibo, set di primo soccorso.

L’obiettivo del progetto è fornire a questi animali assistenza veterinaria, facendosi carico delle vaccinazioni, organizzando le sterilizzazioni, in collaborazione con il Comune di Milano e il Servizio Veterinario di ATS.

Inoltre, nel caso di importanti problemi di salute, provvedere a eventuali cure complesse in strutture convenzionate.

Alcuni numeri del progetto

Primo progetto in Italia Amici di Strada

3 membri dello staff

Persone e animali al centro Amici di Strada

6 veterinari volontari

Consulenza di professionisti Amici di Strada

15 operatori volontari

Primo progetto in Italia Amici di Strada

124 binomi persone-animali supportati

Persone e animali al centro Amici di Strada

151 animali aiutati

Gli sviluppi nel prossimo biennio

Conoscendo la realtà della città di Milano, Save the Dogs ha messo in cantiere tutti gli strumenti necessari per ottenere le risorse che potessero consentire un ampliamento del progetto, prevedendo di includere non solo le persone senza fissa dimora ma altri utenti con animali in difficoltà economica.

Per questo nel 2024 è previsto una ulteriore crescita e diffusione delle nostre attività, incrementando non soltanto il numero delle uscite delle Unità di Strada, ma anche creando un punto fisso destinato alle persone che, pur avendo una casa, fanno fatica a coprire i costi per la cura del loro animale.

Il primo step dell’ampliamento avverrà in sinergia con il Municipio 2 della città, nel cui territorio vi sono molte situazioni di disagio, per cercare di diventare un punto di riferimento per quella parte di cittadini che, pur amando il proprio animale, hanno difficoltà nel mantenimento e nel garantire le cure veterinarie necessarie.

Un animale correttamente seguito rappresenta un valore positivo per tutti, sia sotto il profilo sanitario che in relazione al suo benessere.

Ringraziamenti

In particolare, si ringraziano:

Donazione di beni Amici di Strada

Donazioni di beni

Box Italia

Rinaldo Franco

Trixie Italia

Euroservice

United Pets

Morsoworld

Sostegno economico Amici di Strada

Sostegno economico

Idealista

Fondazione di Comunità Milano

Fondo Dr.ssa Fulvia Anelli

Fondazione Banca del Monte di Lombardia

Con il contributo di:

Donazione di beni Amici di Strada
Sostegno economico Amici di Strada

Sostieni il progetto

Il tuo aiuto si trasformerà in cibo, coperte per l’inverno e cure veterinarie.

Cosa fa Save the Dogs?
  • Aiutiamo le persone senza fissa dimora che vivono con animali, al momento solo nella città di Milano, fornendo alcuni supporti che possano migliorare le condizioni di vita degli animali al loro seguito; 
  • Sosteniamo le persone bisognose che abbiano necessità di far visitare i loro animali, facendo eseguire prestazioni veterinarie programmabili o operazioni di toelettatura e lavaggi; 
  • Regaliamo cibo per animali, piccole attrezzature come museruole, guinzagli, cappottini e coperte; 
Con chi lavora Save the Dogs?

Operiamo in sinergia con Fondazione Arca e con altre realtà umanitarie che svolgono la loro attività a favore dei senza fissa dimora, per cercare di creare una rete sempre più efficiente e funzionale allo scopo; 

Cosa non può fare Save the Dogs?
  • Svolgere attività che richiedano un pronto intervento 
  • Essere presenti in tutte le zone dove vi siano senza fissa dimora con animali per ragioni operative ed economiche 
  • Mettere in atto attività di repressione degli eventuali maltrattamenti in quanto i nostri operatori non hanno titolo per svolgere azioni dirette. 
Cosa posso fare io?
  • In caso tu assista a episodi di maltrattamento attivati subito chiamando il numero di emergenza 112 oppure contatta la Centrale operativa della Polizia Locale di Milano allo 02.02.08; 
  • Se noti situazioni di degrado o di presunto maltrattamento segnala il fatto all’Ufficio Tutela Animali del Comune di Milano alla mail m.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it oppure scrivendo alla casella PEC  tutela.animali@pec.comune.milano.it; 
  • Aiutare questo progetto facendo una donazione finalizzata a queste attività; 
Quali pregiudizi non devo avere?
  • Le persone senza fissa dimora che vivono con animali solo in casi isolati li usano per impietosire i passanti per raccogliere soldi. La grande maggioranza ha gli animali per compagnia, avendo stabilito con loro un rapporto affettivo; 
  • Non tutte le persone che vivono in strada lo fanno per scelta: per molte di loro è la conseguenza di gravi difficoltà economiche e della mancanza di una rete sociale; 
  • I cani che vivono con le persone senza fissa dimora molte volte possono avere un’esistenza felice, più di altri cani che magari passano la loro esistenza in solitudine o confinati su un balcone; 
  • Il progetto non è uno stimolo a detenere animali se si vive in strada: l’assistenza erogata è finalizzata sempre e soltanto al benessere degli animali, riducendo al massimo le possibilità che ci possano essere situazioni di lucro.