D
O
N
A O
R
A

Il direttivo

Sara Turetta

Presidente e Fondatrice

Premi e riconoscimenti

2011 Premio Donne, Pace e Ambiente – Wangaari Mathai
2012 Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia
(scopri di più)
2014 Jeanne Marchig Award
2017
Clarissa Baldwin International Award for Excellence in Animal Welfare

Dopo anni di volontariato nei canili del milanese, Sara decide nel 2002 di dedicarsi esclusivamente alla drammatica situazione dei randagi romeni, verificata di persona durante un terribile viaggio estivo nell’agosto 2001.
Impiegata in una prestigiosa agenzia di pubblicità a Milano, nel 2002 dà le dimissioni per poter gestire a Cernavoda il nascente programma di sterilizzazione, senza dubbio destinato a fallire se fosse rimasto nelle mani delle associazioni romene locali.

Da allora Sara si divide tra l’Italia e la Romania, occupandosi a tempo pieno di dirigere la sede milanese dell’associazione e svolgendo attività di lobbying a livello internazionale.

Segui Sara sui social:

Alessandro Brachetti

Consigliere

Alessandro è socio e volontario di Save the Dogs da oltre dieci anni, nel corso dei quali ha collaborato all’accoglienza dei cani e gatti in arrivo in aeroporto, presieduto innumerevoli banchetti ad eventi dell’asociazione, occupandosi attivamente della distribuzione del materiale informativo di Save the Dogs tra gli esercizi commerciali e gli studi veterinari di Milano.

Nel 2014 ha visitato Footprints of Joy, in Romania, vivendo un’esperienza “emotivamente straordinaria” che lo ha aiutato a comprendere il fenomeno del randagismo e ha rafforzato il suo legame con la nostra associazione.

Fin da bambino ha avuto la gioia di avere un cane in famiglia. Oggi ne possiede due, naturalmente adottati da un canile.

Angelo Donati

Consigliere

Angelo ha 53 anni e vive con sua moglie Cinzia e 3 cani in provincia di Como. Sono entrambi soci e volontari dell’associazione dall’anno della sua costituzione, il 2005.
Insieme infatti hanno adottato Balto, uno dei primi cani in assoluto arrivati in Italia dalla Romania.
Nel 2008 Cinzia ha trovato la cagnolina Milla in fin di vita all’aeroporto di Bucarest, dove si era recata per accompagnare altri cani verso la salvezza. Grazie alle cure dell’associazione, Milla ce l’ha fatta e ha poi raggiunto Balto, andando ad allargare la famiglia.

Nel 2014, durante una vacanza in Sicilia, Angelo e Cinzia si sono imbattuti in Bianchina, detta China, una cucciola abbandonata in un parco di Caltagirone. Sono stati necessari altri due viaggi e la mobilitazione di mezza città per far sì che China potesse raggiungere la sua casa e i suoi nuovi compagni di vita in Lombardia.