noscript

L’aiuto speciale di ‘Veterinari Senza Frontiere’ per Save The Dogs

Condividiamo qui il comunicato di Veterinarians Without Borders, associazione canadese che ha inviato una dottoressa in Romania, alla nostra clinica di Cernavoda.

Quando il marito della veterinaria Janet Davis le ha accennato di aver trovato ‘Veterinarians without Borders’ (VWB) online mentre cercava di adottare un nuovo amico a quattro zampe, Janet si è subito incuriosita e ha contattato l’associazione canadese attraverso il loro sito web per sapere come e quando poteva rendersi utile.

Janet ci ha spiegato: “Ho scelto di andare in pensione solo parzialmente, anziché completamente, a causa della carenza di veterinari nella mia zona e non riesco ad abbandonare gli animali che hanno bisogno di me. Dopo aver consultato mio marito e VWB, abbiamo concordato che non c’era posto in cui ci sia stato più bisogno di me che in Romania”.

VWB ha collaborato con diverse organizzazioni che sono specializzate nell’inviare volontari in Ucraina e nei dintorni, tra cui Save the Dogs and Other Animals che si trova a Cernavoda, in Romania, a due ore dal confine con l’Ucraina. Sono riusciti a raccogliere e a distribuire rifornimenti ai rifugiati alla frontiera che sono fuggiti con gli animali domestici che hanno potuto portare con sé. Purtroppo, molte persone hanno raccontato che sono state costrette ad abbandonare i loro animali a casa.

Save the Dogs è stata contattata da un rifugio in Ucraina che si occupava di oltre 100 cani, di cui la sua struttura era stata danneggiata da un bombardamento e che aveva bisogno di far uscire immediatamente decine di cani. Si sono incontrati al confine per organizzare il trasferimento di 30 cani nel mese di marzo. Purtroppo, questo tipo di trasporto di animali dalla Romania è diventato da allora praticamente impossibile. Le difficoltà per trovare autisti volontari, la scarsità di benzina, le infrastrutture danneggiate e la logistica in generale sono fattori che hanno reso la vita sempre più problematica per i soccorritori locali. Di conseguenza, il modo più semplice per aiutare gli animali è stato quello di inviare rifornimenti a coloro che sfamano le decine di migliaia di animali che si arrangiano da soli – uno sforzo continuo che il VWB sta compiendo grazie ai suoi partner sul terreno.

Molti dei cani provenienti dall’Ucraina rimangono a Save the Dogs mentre ricevono cure veterinarie costanti, vaccinazioni appropriate e test approfonditi prima di poter essere spediti in paesi dove possono essere adottati. I paesi europei dispongono di ampie normative per evitare la diffusione di malattie. I cani ucraini costituiscono solo una modesta parte dell’incredibile lavoro che Janet sta facendo per salvare gli animali e prevenire le sofferenze in Romania.

Janet afferma: “Una delle cose più dure da constatare qui è la quantità di animali che ci sono per le strade. Sono rimasta sconvolta quando ho visto quanti ci sono. Quando abbiamo abbastanza personale a disposizione, riusciamo a fare più di 40 sterilizzazioni in un solo giorno. Gli animali provengono da tutta la comunità, sono di proprietà o abbandonati, ce ne sono così tanti che hanno bisogno di noi.”

Ma Janet aggiunge anche che ci sono dei momenti speciali e degli animali particolari che hanno reso la sua missione di questi due mesi davvero preziosa.

“Questo piccolo gattino emaciato è appena arrivato in clinica. Allattare un bambino così piccolo che stava sull’orlo della morte è una sensazione di cui non si stanca mai. Lo abbiamo chiamato Toby.”

Grazie ai suoi 30 anni di esperienza come veterinario, Janet sta sfruttando la sua competenza di ‘semi-pensionata’ per avere un impatto davvero incisivo sugli animali che senza di lei non avrebbero alcuna possibilità di sopravvivere. Il lavoro di sterilizzazione che sta svolgendo oggi eviterà a innumerevoli animali di soffrire nel futuro. Insieme ad altri veterinari in visita da Singapore, dalla Francia e da veterinari locali, il suo intervento presso Save the Dogs attraverso il VWB rappresenta un esempio bellissimo di speranza e di umanità che merita di essere celebrato.